• rinati

    L'idea:In Italia un bambino ogni duemila nasce con gravi malformazioni o patologie cranio-maxillo-facciali quali le sindromi di Crouzon, di Apert, di Pfeiffer, di Jacson-Weiss e molte altre. Sono pochi i centri specializzati nel nostro Paese a cui i genitori possono rivolgersi per questo genere di patologie, uno di questi è il Policlinico Umberto I di Roma – UOC maxillo facciale – Centro di riferimento regionale per le malattia rare cranio facciali che, insieme al Policlinico S.Orsola di Bologna e al Policlinico Martino di Messina, collaboreranno con la FENALC per realizzare…

  • insuperabili

    L'idea: Lo sport per disabili è uno degli strumenti migliori per la riabilitazione e l’inclusione sociale, esso oltre a migliorare laqualità della vita aiuta a ritrovare autostima, vivere emozioni con amici, sentirti realizzato ed apprezzato. Come ciinsegnano le recenti Paralimpiadi di Rio, sempre più persone con disabilità escono dai concetti di “ vergogna” e“assistenzialismo” e attraverso lo sport si affermano come persone normali e che con determinazione combattono per i propri diritti.La FENALC da anni collabora con il Comitato Italiano Paralimpico per promuovere l’attività sportivatra persone diversamente abili, ed in quest’ottica…

  • acqua_senza_barriere

    L'idea: La FENALC (accreditata presso il Comitato Italiano Paralimpico) opera ormai da qualche anno nel settore dello sport e delle attività ludico creative rivolte a ragazzi diversamente abili. “Acqua senza barriere” il nuovo progetto della Fenalc, avviato nelle sua fase operativa a settembre, parte dal presupposto condivisbile in sede scientifica e sociale che l'ambiente acqua è molto indicato nello svolgimento di un'attività motoria in varie tipologie di disabilità, sia quando quest'attività è effettuata ai fini di un generico mantenimento delle funzioni motorie, ovvero prevalentemente nel recupero e condizionamento dell'apparato locomotore e cardiovascolare,…

  • abilita_in_natura

    L'idea: La FENALC (accreditata presso il Comitato Italiano Paralimpico) opera ormai da qualche anno nel settore dello sport e delle attività ludico creative rivolte a ragazzi diversamente abili. Il progetto presentato si colloca proprio in quest’ottica e consiste in campi educativi e ludico-sportivi (all’aria aperta a contatto con la natura in campagna, montagna, mare e laghi), rivolti a gruppi di ragazzi diversamente abili.

  • Centri socio-ricreativi per l’inclusione sociale dei disabili – ai sensi della L.383/2000, art.12, comma 3, lett.  f

    L’idea: Il progetto presentato prevede innanzitutto contatti presso le sedi territoriali della FENALC per informare i referenti provinciali, per promuovere le attività ed individuare le realtà territoriali in cui poter progettare i laboratori, a tale proposito sarà realizzato anche un evento di presentazione del progetto. In seguito saranno individuate le sedi territoriali nelle quali effettuare i laborabori abilità, ed i gruppi di ragazzi disabili che parteciperanno (il tutto tramite i contatti e collaborazioni che saranno attuati dalle varie articolazioni territoriali della FENALC presenti su tutto il territorio nazionale). Le attività che…

Vai all'inizio della pagina